Total Black: l’Italia non ce la fa, trionfa la Nuova Zelanda

La nazionale azzurra di rugby subisce la prima batosta mondiale: 96-17 in favore degli All Blacks

ITALIA

  • 1 Fischetti 2 Nicotera 3 Riccioni
  • 4 Ruzza 5 Lamb
  • 6 Negri 8 Cannone 7 Lamaro
  • 9 Varney 10 P. Garbisi
  • 11 Ioane 12 Morisi 13 Brex 14 Capuozzo 15 Allan
  • ALL. K. Crowley

NUOVA ZELANDA

  • 1 Tuungafasi 2 Taylor 3 Laulala
  • 4 Retallick 5 S. Barrett
  • 6 Frizell 8 A.Savea 7 Papali’i
  • 9  A. Smith 10 R. Mo’unga
  • 11 Telea 12 J. Barrett 13 R. Ioane 14 Jordan 15 B. Barrett
  • ALL . I. Foster

Marcatori

  • Mete: Jordan (6′, 70’), Smith (17′, 27’, 34’), Telea (19′ 39;), A. Savea (22′ 39, 40’+5’),), Retallick (50’), Papali’i, (56’), Coles (61’, 73’), McKenzie (68’), Lienert-Brown (76’) – Capuozzo(49’) M. Ioane (81)
  • Conversioni: Mo’unga (8′; 18′, 20′; 23′; 28′; 35′ 46′, 51’, 57’), McKenzie (69’, 71’, 72’, 77’) – Allan (50’), Garbisi (82’)
  • Punizioni: Allan (10’)

PRIMO TEMPO:

All Blacks che partono fortissimi e mettono subito le cose in chiaro con un ben tre marcature nei primi venti minuti: mete di Jordan, Smith e Telea (intervallate da una punizione di Allan al decimo per i primi tre punti azzurri). Dal 20esimo in poi l’andamento della gara evidenzia lo strapotere dei neozelandesi che infilano la difesa italiana per altre cinque volte entro la fine del primo tempo ( due con Aaron Smith e tre con Ardie Savea). Primo parziale di gara che si conclude sul 49-3 (anche grazie alle trasformazioni ad opera del 10 neozelandese Mo’unga)

SECONDO TEMPO:

Riparte la marcia trionfale dei Kiwi dopo la meta azzurra di Capuozzo al 49esimo (trasformata da Allan): i neozelandesi vanno in meta subito con Retallick al 50esimo e Papali’i al 56esimo (entrambe trasformate da Mo’unga) e poi dilagano coi subentrati Coles (doppietta per lui ai minuti 61 e 73), Mckenzie al 68esimo. Lienert- Brown al 76esimo (conversioni realizzate da Mckenzie). La gara si conclude col botta e risposta tra le due ali Jordan e Montanna Ioane (che vanno in meta rispettivamente al 70esimo e al minuto 80 entrambe trasformate rispettivamente da Mckenzie e Allan) col terzo incomodo Lienert-Brown al 76esimo. Si concretizza così la prima sconfitta mondiale per l’Italia ovale in una gara senza storia. Prossimo appuntamento contro la Francia in quel di Lione per tentare di strappare un pass storico per i quarti di finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *